martedì 5 settembre 2017

estate 2017

Anche quest'estate è volata via, sparita in qualche posto fra 'non vedo l'ora che faccia di nuovo caldo per vestirmi leggera e colorata, imparare il tedesco, guidare, andare in vacanza, vedere di più i miei amici' e 'agosto è agli sgoccioli e non ho fatto granché di quello che mi sarebbe piaciuto'.
Cose belle di quest'estate: mi sono abbronzata, anche se poco; sono andata a trovare Beps per tre giorni a casa sua e ho fatto il bagno in un Tirreno di un azzurro assoluto; mi sono svegliata sempre presto e ho preso un ritmo riposante ed efficace di sonno-veglia; sono stata molto produttiva nello studio - anche se per toppare gli esami c'è sempre tempo e modo; ho iniziato a fare sport abbastanza seriamente e con costanza e i risultati iniziano a vedersi, seppure in minima parte; sono finalmente riuscita a leggere Infinite Jest.
Non mi va di fare una lista delle cose meno belle, perché i traguardi vanno celebrati in quanto tali, perché per arrivare ad altezza 10 è sempre bene mirare ad altezza 20, perché già il solo fatto di fare una lista dei propositi e metterci sopra qualche spunta è soddisfacente.
Cose da fare prossimamente:
- fare altre guide coi miei per persuaderli a lasciarmi la macchina
- sentire il telegiornale quando vado a correre
- studiare volta per volta quando ricominceranno le lezioni
- disegnare
- scrivere
- calligrafia
- leggere tanto
- passeggiare di più
- approcciarmi al tedesco.

Da questo mese sono in camera con Beps. Purtroppo non sono potuta andare ad aiutarla, quindi si è goduta da sola tutta la parte figa (ma anche la fatica) del trasloco.
Non riusciamo mai ad addormentarci ad orari decenti quando ci capita di dormire insieme: prevedo un lungo anno di deficit d'attenzione e di ritmi circadiani completamente a puttane.

Nessun commento:

Posta un commento