giovedì 27 ottobre 2016

bilan

Da quando tengo il bullet journal, ho:
-fatto ginnastica più regolarmente
-fatto cose che mi piacevano più spesso, perché mi piace riempire il monthly log
-fatto tutte le cose importanti che mi ero prefissata, e anche alcune di quelle meno importanti
-tenuto traccia delle mie abitudini, degli avvenimenti e delle ore di sonno
Il problema è che ho studiato pochissimo, e questa è una cosa a cui devo assolutamente porre presto rimedio, perché sto a Roma apposta per quello. In più, spero di riuscire ad evitare i casini dello scorso anno con lo studio matto e disperatissimo sotto sessione.
Devo dire che quest'anno sta procedendo meglio dello scorso: mi sento più completa e più riposata, mi sono fatta degli amici, non sono del tutto sfiduciata e sprovveduta.
Sto iniziando a capire meglio molte cose e mi sento (un po') cresciuta, pronta a fare nuove esperienze, abbracciare ulteriori cambiamenti.
I prossimi obiettivi (quelli per novembre, diciamo) sono:
-dare ripetizioni, se trovo qualcuno che ne voglia
-studiare di più, e organizzarmi meglio per farlo
-leggere molto di più - Le Benevole non ingrana, ma posso farcela
-disegnare di più
-passare meno tempo a cazzeggiare, e molto meno tempo su facebook
-continuare a fare le cose positive che ho iniziato a fare
-scrivere sul blog di cose più interessanti
-smettere di rimandare.

So che questo post è semplicemente un elenco di cose poco interessanti: dalla prossima volta cercherò di dare un taglio più interessante a quello che scrivo, e di prendermi più tempo per farlo (datemi 48 ore invece di 24 e conquisterò il mondo).
Quando si dice che il tempo è prezioso... non l'avevo mai capito prima, non come lo capisco adesso. Se avessi più tempo potrei davvero fare qualunque cosa, ma la verità è che il tempo ce l'ho, devo solo sfruttarlo meglio (ed è quello che voglio fare).
Amo la vita sempre di più.
Se tu che mi stai leggendo hai bisogno di fare pace con la vita, sappi che esiste sempre una possibilità di riscattarsi. A D dico sempre (forse l'ho già scritto): "Grazie per avermi dato un'opportunità, quella sera. Non è molto, ma di che altro si ha mai bisogno se non di quello?"

Nessun commento:

Posta un commento